San Valentino: origine della festa degli innamorati

Cena di San Valentino

Le antiche origini di San Valentino, la festa più romantica dell’anno

Tantissime coppie aspettano il 14 Febbraio, giorno di San Valentino, per festeggiare il proprio amore, ma non tutti conoscono la vera storia di questo Santo ed il perchè tale data viene considerata la festa degli innamorati.

La festa di San Valentino ha origini antichissime, si parla del IV secolo d.c., epoca in cui Roma era dominata dalle divinità pagane, dove si svolgeva una delle feste più sfrenate e trasgressive ,quella della fertilità dedicata al dio Luperco.

Questi riti si celebravano il 15 febbraio e prevedevano festeggiamenti sfrenati ed erano apertamente in contrasto con la morale e l’idea di amore dei cristiani.

Per mettere fine una volta per tutte a queste assurdi riti pagani ,Papa Gelasio decise di spostare la festa il giorno 14 febbraio ,dedicato a San Valentino ,facendolo diventare in un certo modo il protettore degli innamorati.

Ma chi era Valentino?

San Valentino

Esistono molti santi dal nome Valentino e l’unica cosa in comune è che sono stati tutti martiri, non si sa molto a parte diversi racconti che riguardano due di loro.

Il primo, nato a Interamna (oggi Terni) nel 176, proteggeva gli innamorati, li guidava verso il matrimonio e li incoraggiava a mettere al mondo dei figli.

Il racconto narra che questo Santo vide una coppia litigare, ed avvicinandosi a loro donò una rosa chiedendogli di tenerla stretta in mano; da li a poco la coppia smise di litigare e andò via riconciliata. Appresa la notizia ,molte coppie iniziarono ad andare da lui per fare benedire il loro amore.

Il secondo invece sarebbe morto a Roma il 14 febbraio del 274, decapitato.

Tanti credono che sia lo stesso di Terni, ma la tesi più plausibile è che si trattasse di un altro martire cristiano.

Ad ogni modo, la leggenda racconta che Valentino sarebbe stato giustiziato perché aveva celebrato un “matrimonio misto” tra la cristiana Serapia e il pagano romano Sabino. La cerimonia,ostacolata dai genitori di Serapia, venne celebrata in fretta per via della malattia di lei, infatti i due sposini morirono insieme nel momento della benedizione. Per concludere la drammacità della storia, sarebbe poi arrivato il martirio del celebrante, giustiziato con la decapitazione.

Cosa fare a San Valentino?

Cena di San Valentino

Adesso che conoscete l’origine di questa festa, perchè non  festeggiare il vostro amore o rinnovare le vostre promesse in una delle città più romantiche della Sicilia?

Al Ristorante Baronessa di Taormina , come da tradizione, potrai prenotare la tua cenetta romantica per il giorno di S.Valentino , metteremo a tua disposizione tavoli a lume di candela, servizio di cameriere personale e menù personalizzato.

Cosa aspetti? prenota al Ristorante Baronessa e passa una serata indimenticabile a base di delizie, glamour e romanticismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat